Rapporti e studi concernenti il voto elettronico

Esame indipendente sistema della Posta 2019

In seguito alla pubblicazione del codice sorgente nel febbraio 2019, alcuni ricercatori hanno scoperto importanti lacune a livello di sicurezza nel nuovo sistema della Posta Svizzera con verificabilità completa. Una di queste riguarda la verificabilità individuale e quindi il sistema impiegato sinora dalla Posta. Utilizzare questo sistema per la votazione popolare del 19 maggio 2019 era quindi escluso.

La Cancelleria federale ha pertanto deciso di fare il punto della situazione sul voto elettronico rivedendo segnatamente le procedure di certificazione e d'accreditamento. Essa ha incaricato esperti esterni di riesaminare in modo indipendente il sistema della Posta che consente la verificabilità individuale. Di seguito sono riportati i tre rapporti finali degli esperti. 

 

Rapporto finale Locher, Haenni e Koenig

Membri del gruppo di ricerca sul voto elettronico dell'Alta scuola specializzata di Berna BFH (Philipp Locher, Rolf Haenni e Reto E. Koenig): esame dell'attuazione corretta del protocollo crittografico nel codice sorgente

 

Rapporto finale Teague e Pereira

Vanessa Teague (The University of Melbourne, Parkville, Australia) e Olivier Pereira (Université catholique de Louvain, Belgio): esame del protocollo crittografico e della sua attuazione mediante la specificazione del sistema

 

Rapporto finale Oneconsult

Società Oneconsult: esame delle misure di sicurezza operative della Posta

 

Gruppo di esperti sul voto elettronico (GEVE)

Il 5 aprile 2017 il Consiglio federale ha incaricato la Cancelleria federale di istituire un Gruppo di esperti sul voto elettronico
(GEVE) incaricato di preparare il passaggio del voto elettronico dalla fase sperimentale all’esercizio ordinario. Nel presente rapporto finale il GEVE espone i propri risultati giungendo alla conclusione che in Svizzera sono disponibili le conoscenze e le condizioni procedurali necessarie per istituire il voto elettronico come terza modalità di voto ordinaria.


Rapporti del Consiglio federale

Il Consiglio federale informa regolarmente sullo stato del progetto voto elettronico. Dall'inizio del progetto ha pubblicato tre rapporti e un rapporto intermediario. Il 14 giugno 2013 il Consiglio federale ha approvato il terzo rapporto sul voto elettronico.

Rapporto 2013 

Rapporto 2006 

Rapporto intermediario 2004 

 

Rapporto 2002 


Studi sul voto elettronico su mandato della Cancelleria federale

Concetto sui sistemi di voto elettronico verificabili 2011 

 

Nel 2011 la Cancelleria federale ha incaricato la Scuola universitaria professionale bernese (BFH) di realizzare uno studio sui sistemi di voto elettronico verificabili. La Cancelleria federale ha reso pubblica questa ricerca. Nelle condizioni quadro attuali le proposte della BFH potranno tuttavia essere realizzate soltanto in tempi lunghi, nondimeno saranno integrate sin da ora nei lavori in corso per perfezionare il voto elettronico.

https://www.bk.admin.ch/content/bk/it/home/diritti-politici/e-voting/rapporti-e-studi-concernenti-il-voto-elettronico.html