Sicurezza nel voto elettronico

La sicurezza nel voto elettronico si fonda su varie misure. Tra le più importanti figurano:

  • la verificabilità: consente di individuare con certezza ogni tentativo riuscito di manipolazione. Tramite speciali procedure crittografiche, la verificabilità offre trasparenza sul corretto svolgimento di tutto lo scrutinio nel rispetto del segreto del voto;
  • la suddivisione della responsabilità: i sistemi di voto elettronico devono essere suddivisi su più computer configurati in modo diverso, alcuni dei quali non possono essere collegati a Internet. Occorre inoltre garantire sul piano tecnico e organizzativo che nessuno possa accedere a dati sensibili o a voti senza un doppio controllo;
  • i requisiti in materia di audit e di certificazione: essi prevedono che i sistemi siano controllati regolarmente da organismi  indipendenti (audit esterni, certificazione indipendente, audit di rinnovo effettuati regolarmente per la ricertificazione);
  • le migliori prassi: il processo obbligatorio di miglioramento continuo prevede che i sistemi siano adeguati sistematicamente e costantemente protetti contro le nuove falle di sicurezza.

Le autorità sono pienamente consapevoli dei rischi legati al voto elettronico, che in Svizzera è stato introdotto anteponendo la sicurezza alla velocità. Sono autorizzati soltanto i sistemi di voto elettronico che rispettano i severi requisiti di sicurezza previsti dal diritto federale.

Tali requisiti in materia di sicurezza sono definiti in collaborazione con rappresentanti delle cerchie scientifiche e tecniche. Di natura dinamica, essi influiscono sulle condizioni per la concessione dell’autorizzazione. Tra i nuovi requisiti di autorizzazione figurerà la pubblicazione dei codici sorgente e i sistemi dovranno essere sottoposti a test di penetrazione pubblici.

I requisiti concreti sono stati adattati in funzione delle peculiarità della Svizzera e iscritti nelle basi legali in modo estremamente dettagliato. I requisiti tecnici e operativi sono disciplinati dall’ordinanza della Cancelleria federale concernente il voto elettronico (OVE). Oltre ai requisiti destinati all’attuazione delle migliori prassi nel campo della sicurezza informatica, la verificabilità completa è un elemento cruciale della sicurezza nell’ambito del voto elettronico. Essa garantisce che eventuali manipolazioni o passaggi errati nel trattamento dei voti possano essere rilevati con mezzi indipendenti. Si tratta quindi di uno strumento importante per instaurare la fiducia.

La sicurezza del voto elettronico

Il filmato della Cancelleria federale spiega le misure adottate per garantire un voto elettronico sicuro in Svizzera.

Trust in E-Voting

Presentation at the Swiss Cyber Storm Conference 2018 (in inglese) 

 

«Il sistema di voto elettronico ginevrino era stato violato»

Telegiornale della SRF del 2 novembre 2018 

 

Ultima modifica 09.10.2019

Inizio pagina

https://www.bk.admin.ch/content/bk/it/home/diritti-politici/e-voting/sicherheit-beim-e-voting.html