Open Source Software (OSS)

La Strategia TIC della Confederazione esige che le prestazioni informatiche vengano fornite in modo economico e in una qualità ineccepibile, che siano pianificate in modo previdente e ne sia garantita l’interoperabilità. I programmi Open Source (OSS) possono essere utili a questi scopi a condizione che siano soddisfatte determinate condizioni. Un loro impiego adeguato può aumentare il margine di manovra dell’Amministrazione federale.

Punto della situazione della strategia parziale TIC OSS

In adempimento del postulato 14.3532 «Programmi Open Source nell’amministrazione federale» depositato dalla consigliera nazionale Edith Graf-Litscher, il 22 marzo 2017 il Consiglio federale ha fatto il punto sulla strategia Open Source dal 2005. Il rapporto, redatto in risposta al postulato, fornisce un quadro sull’attuale impiego dei software Open Source (OSS) nell’Amministrazione federale e illustra gli ulteriori passi da compiere. Secondo il rapporto, oggi tali programmi sono utilizzati in modo adeguato. Per decidere se l’Amministrazione federale ricorrerà agli OSS o a programmi concessi in licenza è determinante considerare l’aspetto dei costi complessivi di un’applicazione informatica sul suo intero ciclo di vita.

Per garantire come auspicato nella strategia la parità di trattamento tra OSS e software concessi in licenza, si è proceduto all’aggiornamento delle condizioni generali della Confederazione e all’elaborazione di direttive per i servizi di acquisto.

Strategia parziale TIC concernente gli OSS sostituita da una guida strategica

Dalla pubblicazione della strategia parziale TIC Open Source nel 2005, la diffusione dei programmi open source è aumentata costantemente. Oggigiorno, secondo lo studio condotto annualmente sui programmi Open Source in Svizzera, la netta maggioranza di imprese e autorità utilizza programmi Open Source in molti settori. Inoltre, anche nell’industria dei programmi praticamente tutte le imprese lavorano con strumenti e componenti Open Source.
Il 22 marzo 2017, il Consiglio federale ha deciso di rinnovare la «Strategia parziale Open Source del 15 marzo 2005». Nell’ambito dell’elaborazione della nuova strategia parziale la maggior parte dei dipartimenti (CIC, CGI, singoli uffici specializzati) era dell’avviso che invece di una strategia parziale fosse necessario redigere una guida strategica. Partendo da questo presupposto la «Strategia parziale Open Source del 15 marzo 2005» è stata sostituita dalla guida strategica del 1° febbraio 2019 sui software Open Source nell’Amministrazione federale, completata con raccomandazioni concrete contenute nella guida pratica.

Strategia parziale del software Open Source

Ulteriori informazioni

https://www.bk.admin.ch/content/bk/it/home/digitale-transformation-ikt-lenkung/bundesarchitektur/open_source_software.html