Voto elettronico: prove effettuate con successo in 12 Cantoni

Berna, 11.03.2012 - In occasione della votazione popolare federale dell’11 marzo 2012, 12 Cantoni hanno svolto con successo i test di voto elettronico. Sull’insieme della Svizzera circa 116 000 elettori hanno quindi avuto la possibilità di votare tramite Internet.

Gli Svizzeri residenti all'estero aventi diritto di voto dei Cantoni di Lucerna, Friburgo, Soletta, Basilea Città, Sciaffusa, San Gallo, Grigioni, Argovia, Turgovia, Neuchâtel e Ginevra sono stati coinvolti nuovamente nello svolgimento di prove di voto elettronico. Gli Svizzeri all'estero del Cantone di Berna, per la prima volta, hanno potuto esprimere il proprio voto a livello federale. Gli aventi diritto di voto del Cantone di Neuchâtel, che hanno sottoscritto un accordo per uno sportello unico del Cantone («Guichet Unique»), hanno potuto per la diciassettesima volta votare per via elettronica in occasione di una votazione popolare federale. Anche 47 998 elettori residenti nel Cantone di Ginevra sono stati ammessi a questa modalità di voto. Complessivamente 116 382 elettori - pari al 2,2 per cento dell'elettorato svizzero - hanno potuto partecipare ai test.

Nel Cantone di Friburgo si è pure svolta per via elettronica l'elezione del sostituto di Alain Berset, eletto in Consiglio federale. È stata la prima volta che il Cantone di Friburgo ha utilizzato il voto elettronico in un'elezione. Il test - cui hanno partecipato circa 900 Svizzeri residenti all'estero - si è svolto senza intoppi.

Dei circa 116 000 elettori che potevano partecipare ai test di voto elettronico, 19'229 si sono effettivamente avvalsi di questa possibilità. La quota di voti espressi elettronicamente è pertanto del 16,5 per cento. La tabella allegata offre una panoramica dettagliata in funzione del Cantone e del rispettivo elettorato ammesso ai test.

Complessivamente circa 51 199 Svizzeri residenti all'estero hanno avuto la possibilità di votare per via elettronica. Va rilevato che questa opzione è offerta soltanto agli Svizzeri all'estero che risiedono in uno dei 45 Stati membri dell'Accordo di Wassenaar[1], in uno Stato membro dell'UE o in uno dei seguenti Stati: Andorra, Cipro del Nord, Città del Vaticano, Liechtenstein, Principato di Monaco o San Marino. Il 90 per cento circa degli Svizzeri all'estero iscritti risiedono in uno dei Paesi citati.

I test di voto elettronico si sono svolti correttamente e hanno soddisfatto le esigenze della confederazione. Un/una elettore/elettrice svizzero/a residente all'estero, iscritto/a nel Canton Lucerna, ha potuto votare due volte con la stessa carta di voto. Questo fatto è stato rilevato subito dal sistema di monitoraggio ginevrino e risolto in maniera professionale. Il segreto del voto non è stato violato. L'incidente non ha ripercussione sul risultato del voto.


[1] Accordo di Wassenaar del 19 dicembre 1995/12 maggio 1996 sul controllo delle esportazioni di armi convenzionali e di beni e tecnologie a duplice uso («Wassenaar Arrangement»), www.wassenaar.org. L'accordo disciplina l'impiego delle tecnologie a duplice uso, tra le quali la crittografia. Gli Stati membri dell'Accordo permettono le comunicazioni criptate connesse al voto elettronico.


Indirizzo cui rivolgere domande

Comunicazione
Bundeshaus West
CH-3003 Bern
+41 58 462 37 91



Pubblicato da

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.bk.admin.ch/content/bk/it/home/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-43719.html