Il nuovo sistema di gestione elettronica degli affari della Confederazione è stato introdotto con successo

Berna, 03.11.2021 - In occasione della sua seduta del 3 novembre 2021, il Consiglio federale è stato informato della conclusione del programma GENOVA: l'introduzione del nuovo sistema di gestione elettronica della Confederazione (GEVER Confederazione) è stata completata alla fine dello scorso mese di settembre. Circa 26 000 dipendenti dell'Amministrazione federale centrale utilizzano attualmente questa potente piattaforma per la gestione elettronica delle attività amministrative.

L'obiettivo del programma GENOVA era quello di introdurre, con il prodotto «Acta Nova», una nuova soluzione standard per la gestione elettronica degli affari in tutti i dipartimenti e di istituirne una gestione centralizzata. Il progetto è stato lanciato nel 2015 e, con le ultime unità dell'Amministrazione federale che hanno introdotto il nuovo sistema nell'agosto 2021, esso è ora stato completato.

Circa 26 000 utenti hanno accesso illimitato al sistema. È stato installato anche sulle postazioni di lavoro di altri 3500 utenti nelle rappresentanze svizzere all'estero ma, a causa di condizioni quadro di natura tecnica, al momento è disponibile solo puntualmente.

L'utilizzo di una soluzione standard uniforme per la gestione degli affari permette all'intera Amministrazione federale di rendere più efficienti i suoi processi: l'archiviazione di dati e documenti è centralizzata e i processi operativi possono essere eseguiti elettronicamente e automaticamente. Inoltre, i documenti confidenziali sono crittografati in modo automatico. Il sistema contribuisce alla realizzazione di progetti attuali e futuri della Confederazione nel quadro del Governo elettronico. Grazie alla riduzione dei costi operativi, si prevedono risparmi pari a oltre 180 milioni di franchi in 10 anni. I costi medi annuali per postazione di lavoro sono stati ridotti da 1270 a 860 franchi (per 26 000 collaboratori). Se, come previsto dal progetto, 29 000 collaboratori utilizzeranno il sistema, i costi per collaboratore ammonteranno a 750 franchi all'anno.

Il sistema avrebbe dovuto essere introdotto entro la fine del 2018, ma è stato ritardato dalla presentazione di un ricorso contro la decisione di aggiudicazione secondo le regole dell'OMC – che alla fine è stato respinto – e da posticipi della data di introduzione in alcuni settori dell'Amministrazione federale.

Dei crediti d'impegno di 67 milioni di franchi stanziati dalle Camere federali ne sono stati impiegati soltanto 60. Non sono state superate neppure le spese totali, stimate a 142 milioni di franchi nel messaggio al Parlamento (incluse le prestazioni proprie dell'Amministrazione federale).


Indirizzo cui rivolgere domande

Andreas Ledergerber
Incaricato dell'informazione, Sezione Comunicazione
058 469 17 52
andreas.ledergerber@bk.admin.ch


Pubblicato da

Il Consiglio federale
https://www.admin.ch/gov/it/pagina-iniziale.html

Cancelleria federale
http://www.bk.admin.ch/index.html?lang=it

https://www.bk.admin.ch/content/bk/it/home/documentazione/comunicati-stampa.msg-id-85718.html